mondo lampadina

FINALITA’

L’iniziativa contribuisce anche al perseguimento degli obiettivi delle strategie d’innovazione di “smart specialisation” concepite a livello regionale, con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze lombarde anche in sinergia e stretto raccordo con la programmazione. Si intendono incentivare azioni di sostegno finalizzate a:

 

  1. stimolare l’innovazione tecnologica di processo e di prodotto, tramite la creazione di nuove tecnologie digitali in ambito Smart Cities & Communities;
  2. stimolare l’adozione di innovazione tecnologica digitale in ambito Smart Cities & Communities favorendo la collaborazione delle PMI con i centri di ricerca registrati nel sistema Questio;
  3. accompagnare le imprese alla partecipazione a programmi di ricerca, sviluppo e innovazione europei, promuovendo esperienze di successo nei paesi dell’UE.

AMBITI DI INTERVENTO

Con il bando, si intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto in misura fissa (voucher), le seguenti misure di innovazione tecnologica:

  1. Misura A – creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali;
  2. Misura B – adozione di tecnologie digitali con i centri di ricerca;
  3. Misura C – supporto alle proposte che hanno ottenuto il “Seal of excellence” nella fase 1 “Strumento per le PMI” di Horizon 2020.

Tutti gli interventi devono essere realizzati in Lombardia, inoltre:

  1. per le misure A e B, devono avere ricadute e impatto in una delle 8 macrotematiche di sviluppo basate sul concetto di Smart Cities & Communities;
  2. per la misura C, devono obbligatoriamente riguardare o portare un valore aggiunto a una delle tematiche o aree di specializzazione cosi come delineate nella strategia di Smart Specialisation.

DOTAZIONE FINANZIARIA

MISURE

Regione Lombardia

CCIAA di Milano

Totale

Sottomisura A1

€ 300.000

€ 500.000

€ 800.000

Sottomisura A2

€ 200.000

€ 500.000

€ 700.000

Misura B

€ 500.000

€ 500.000

€ 1.000.000

Misura C

€ 450.000

€ 0

€ 450.000

Totale

€ 1.450.000

€ 1.500.000

€ 2.950.000

SOGGETTI BENEFICIARI

Misure A (sottomisura A1), B e C

Possono partecipare alle misure A (sottomisura A1) e alle misure B e C, le imprese che, al momento della presentazione della domanda e sino alla data di erogazione del contributo, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere micro, piccola o media impresa; sono comunque escluse le società semplici che non svolgono attività commerciale;
  • si impegnino ad avere sede legale e/o sede operativa in una provincia lombarda;
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia;
  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione (anche volontaria), di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non beneficiare di altri aiuti pubblici a valere sulle medesime spese ammissibili sostenute nel rispetto delle condizioni e a condizione che non si superi il massimale pertinente;
  • avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro;
  • non essere destinatarie di ingiunzioni di recupero pendente per effetto di una decisione di recupero adottata dalla Commissione europea in quanto hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o non depositato in un conto bloccato aiuti che lo Stato è tenuto a recuperare in esecuzione di una decisione di recupero adottata dalla Commissione Europea.

Sottomisura A2

La sottomisura A2 del bando è riservata a due tipologie di soggetti:

  1. Start up a prevalente titolarità giovanile: imprese iscritte e attive come Società di persone o di capitali al Registro Imprese da non più di 48 mesi dalla data di pubblicazione del Bando che siano in possesso di tutti i requisiti e in cui almeno il 50% dei componenti dell’impresa (soci e amministratori) abbia un’età non superiore ai 35 anni (compiuti alla data di presentazione della domanda).
  2. Aspiranti giovani imprenditori: persone fisiche che si impegnino, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione sul BURL del decreto di assegnazione del contributo, a costituire una Società di persone o di capitali in cui almeno il 50% dei componenti dell’impresa (soci e amministratori) abbia un’età non superiore ai 35 anni al momento della validazione. L’impresa neocostituita deve risultare al momento della validazione del contributo in possesso di tutti i requisiti e l’aspirante imprenditore ne deve diventare legale rappresentante.

CONTRIBUTI

L’agevolazione consiste:

  1. per le misure A e B in un contributo a fondo perduto di importo fisso (voucher) a fronte di un investimento minimo previsto a copertura delle spese sostenute (al netto di IVA) per la realizzazione degli interventi così come declinati nelle singole schede delle misure;
  2. per la misura C in un contributo a fondo perduto fisso (su regime forfettario a realizzazione risultato) concesso all’impresa che ha partecipato alla fase 1 della misura “Horizon 2020-Strumento per le PMI”, ha superato la valutazione tecnica, ma non è finanziata dalla UE per esaurimento dei fondi.

Misura A – Creazione e sviluppo nuove tecnologie digitali

Investimento minimo

Importo contributo fisso

A1 – MPMI

€ 40.000

€ 25.000

A2 –Start up a prevalenza giovanile e giovani aspiranti imprenditori

€ 30.000

€ 20.000

 

Misura B – Adozione digitale con CRTT

Investimento minimo

Importo contributo fisso

B – mPMI

€ 40.000

€ 20.000

 

MISURA CSupporto alle proposte che hanno ottenuto il “Seal of excellence” nella fase 1 “Strumento per le PMI” di Horizon 2020

Voucher Horizon 2020

Importo voucher

Investimento Minimo

Quota di budget minima nel progetto

Requisiti fornitore servizi

Strumento per le PMI

30.000€

(riservato ai progetti che hanno superato la valutazione tecnica in fase 1 ottenendo un “seal of excellence”, ma non risultati finanziabili per esaurimento di fondi UE)

         Non previsto

         Non previsto

NON PREVISTO: trattasi di contributo forfettario per raggiungimento risultato finalizzato a promuovere la presentazione di progetti di qualità in FASE 2

Le agevolazioni previste dal Bando sono concesse ai sensi del Regolamento n. 1407/2013 della Commissione Europea del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis».

SPESE AMMISSIBILI

Per le misure A e B, le spese devono rispondere ai seguenti requisiti (a seconda della loro tipologia):

Servizi

Le spese per l’acquisizione dei servizi devono essere effettuate sulla base di contratti redatti in forma scritta.

Investimenti

L’acquisto di beni strumentali e attrezzature è ammissibile a condizione che gli stessi siano stati consegnati e installati presso la sede per la quale è stato richiesto il contributo, ovvero in altre aree, purché indispensabili e funzionali alla realizzazione e alle finalità del progetto. I beni acquistati per la realizzazione del progetto devono essere di nuova fabbricazione.

Sono ammissibili le spese per acquisto e/o leasing di impianti e macchinari, attrezzature tecnologiche, strumentazione informatica pertinenti alla realizzazione del progetto; nel caso di locazione finanziaria le spese sono ammissibili limitatamente alla sola quota capitale e alle rate del leasing che risultano quietanzate al momento della rendicontazione, con esclusione dell’IVA e di tutti gli altri oneri accessori.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Le imprese possono presentare la domanda di richiesta di contributo obbligatoriamente in forma telematica utilizzando esclusivamente la modulistica disponibile sulla piattaforma informatica degli enti promotori del Bando e declinata nella singola scheda di ogni specifica misura.

Le domande possono essere presentante nel seguente periodo:

  1. per le misure A (sottomisura A1) e B: dalle ore 14.30 del 6/9/2016 fino alle ore 12.00 del 27/9/2016,
  2. per le misure A (sottomisura A2) e C: dalle ore 14.30 del 6/9/2016 fino alle ore 12.00 del 27/10/2016.

Per tutte le misure è prevista una procedura valutativa a graduatoria.

Sulle domande presentate è effettuata un’istruttoria amministrativa-formale e un’istruttoria tecnica.