domotica arredoIntegrazione tra produzione, servizi e tecnologia nella filiera costruzioni-legno-arredo-casa

FINALITA’

Regione Lombardia sostiene l’emergere di modelli che prevedono il coinvolgimento, a più livelli, delle imprese e dei possibili stakeholder, per la messa a sistema e la creazione di partnership che favoriscano la contaminazione tra comparti produttivi e il consolidarsi di rapporti sinergici tra le imprese di produzione e il sistema della fornitura in una logica di filiera.

L’iniziativa intende sostenere la filiera denominata “Smart Living” che integra produzioni, servizi e tecnologia riconducibili ai settori Edilizia, Legno Arredo Casa, Elettrodomestici, High-tech, per generare ricadute positive in termini di:

  1. Impatto ecologico in ogni singola fase del ciclo di vita dei prodotti: produzione, gestione, recupero
  2. Valore energetico-funzionale (eco-design)
  3. Ambienti intelligenti, inclusivi e sostenibili, con particolare riferimento alla domotica, all’advanced manufacturing (Internet of things) e all’ICT a supporto di sistemi smart
  4. Filiera integrata di processi di business e produttivi, anche in chiave export.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Per la realizzazione dell’iniziativa è stanziato un importo complessivo di € 15.000.000,00 a carico dei Fondi giacenti presso Finlombarda S.p.A.

SOGGETTI BENEFICIARI

Aggregazioni composte da almeno 3 soggetti tra cui PMI e/o grandi imprese dei comparti Manifatturiero, Costruzioni, Commercio e Servizi in partnership tra loro o, facoltativamente, con il sistema delle Università.

Ciascuna impresa può partecipare ad una sola aggregazione.

Soggetti esclusi:

Ai fini della concessione del contributo:

  • le imprese appartenenti ai settori esclusi di cui all’art. 1 commi 2, 3, e 5 del Regolamento (UE) n. 651/2014 e all’art. 1 del Regolamento (UE) 1407/2013;
  • le imprese in difficoltà, secondo la definizione di cui all’art. 2 punto 18, del Regolamento (UE) n. 651/2014,

Ai fini dell’erogazione del contributo:

  • le imprese destinatarie di ordini di recupero di aiuti illegali.

Settori di riferimento

A titolo esemplificativo: Edilizia, Materiali e componenti per l’edilizia, Arredo-Legno-Casa, Elettrodomestici, High-tech, domotica, building automation, digital manufacturing, ICT, Energia, Recupero.

GLI INCENTIVI

Contributi a fondo perduto

E’ previsto un contributo massimo di € 800.000,00 per aggregazione. L’investimento (spese ammissibili) per partenariato deve essere pari o superiore ad € 200.000,00 (Euro duecentomila/00).

Regime di agevolazione

Aiuti alla ricerca, sviluppo, innovazione e consulenza (limitatamente alle PMI), secondo il Regolamento generale di esenzione 651/2014 ─ Ulteriori eventuali spese in Regime de minimis secondo il Regolamento 1407/2013.

Con apposito bando saranno definiti gli interventi ammissibili rispetto alla disciplina applicabile secondo i Regolamenti sopra indicati, nonché le spese ammissibili e i criteri di cumulo. Non saranno concessi aiuti alle attività connesse all’esportazione.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili all’iniziativa progetti di sviluppo sperimentale e innovazione, realizzati in regione Lombardia, con effettive e comprovate ricadute nell’ambito della filiera “Smart Living”, con specifico riferimento ai settori richiamati, che prevedano a titolo esemplificativo:

  • Interventi di innovazione di prodotto e/o processo e/o servizio a sostegno della filiera;
  • Attività finalizzata allo sviluppo tecnologico;
  • Sviluppo di progetti innovativi di edifici con l’ausilio di moderni sistemi software (Building Information Modelling);
  • Soluzioni di screening energetico e sismico degli edifici;
  • Elaborazione e implementazione di modelli innovativi di intervento sul patrimonio edilizio esistente: recupero edilizio, riqualificazione energetica e/o strutturale, etc…;
  • Sviluppo di servizi logistici e di sostegno all’export per l’intera filiera (Smart Supply Chain).

I progetti devono avere una durata massima di 18 mesi dalla data di concessione del contributo. Sono concesse proroghe fino a un massimo di 6 mesi.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Le modalità di presentazione delle domande saranno oggetto del bando, che sarà pubblicato entro la fine del mese di ottobre.

Criteri di valutazione

Ambiti di valutazione con l’indicazione dei criteri che verranno presi in esame:

  1. Qualità progettuale dell’operazione
  2. Grado di innovazione dell’operazione
  3. Qualità dell’organizzazione

I criteri verranno declinati puntualmente nel bando.

Procedura Istruttoria

L’assegnazione del contributo avverrà sulla base di una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, previa istruttoria formale e tecnica.

Il termine per la conclusione del procedimento è stabilito in 120 giorni dalla data di presentazione delle domande.