credito adessoFINALITA’

Con l’iniziativa di cui al presente avviso, Finlombarda S.p.A. intende sostenere le imprese operanti in Lombardia con riferimento alle PMI e alle imprese che non rientrano tra le PMI e presentano un organico  inferiore  a  3.000  dipendenti, finanziando il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale mediante l’erogazione, in compartecipazione con il sistema bancario, di finanziamenti chirografari.

L’iniziativa, attuata mediante la costruzione del Plafond e l’utilizzo del Fondo in conto interessi, è finalizzata alla concessione di finanziamenti chirografari, in cofinanziamento con le banche che hanno deciso di aderire convenzionandosi con Finlombarda S.p.A.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie iniziali di cui all’Iniziativa Credito Adesso ammontano:

  • per i   Finanziamenti,   ad   €   000.000,00   di   cui   € 200.000.000,00  a  carico  di  Finlombarda  ed  € 300.000.000,00 a carico delle Banche convenzionate;
  • per i Contributi in conto interessi, ad € 19.000.000,00.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono  essere  ammesse  all’Iniziativa  Credito  Adesso  le  Imprese  aventi  i  seguenti  requisiti,  alla data di presentazione della domanda di partecipazione all’Avviso:

  1. Imprese singole e in qualunque forma costituite, ivi comprese le imprese artigiane;
  2. sede Operativa in Lombardia;
  3. iscritte al registro delle imprese;
  4. operative da almeno 24 mesi;
  5. appartenenti ad uno dei seguenti settori: 
    1. settore manifatturiero, codice ISTAT primario – ATECO 2007, lett. C;
    2. settore dei servizi alle imprese avente come codice ISTAT primario uno dei seguenti codici ATECO 2007:
  • J62: produzione di software, consulenza informatica e attività connesse;
  • J63: attività dei servizi di informazione e altri servizi informatici;
  • M69: attività legali e contabilità;
  • M70: attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale;
  • M71: attività degli studi di architettura e di ingegneria collaudi ed analisi tecniche;
  • M72: ricerca scientifica e di sviluppo;
  • M73: pubblicità e ricerche di mercato;
  • M74: altre attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N78: attività di ricerca, selezione, fornitura del personale;
  • N79: attività  dei  servizi  delle  agenzie  di  viaggio,  dei  tour  operator  e  servizi  di prenotazione e attività connesse;
  • N81: attività di servizi per edifici e paesaggi;
  • N82: attività di supporto per le funzioni d’ufficio e altri servizi di supporto alle imprese;
  • H49: trasporto terrestre e trasporto mediante condotte;
  • H52: magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti;
  • 96.01.10: attività delle lavanderie industriali;
  1. settore del   commercio   all’ingrosso   (escluso   quello   di   autoveicoli   e   di   motocicli) limitatamente ai gruppi con codice ISTAT primario – ATECO 2007:
  • 2: commercio all’ingrosso di materie prime, agricole e di animali vivi;
  • 3: commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, bevande e prodotti del tabacco;
  • 4: commercio all’ingrosso di beni di consumo finale;
  • 5: commercio all’ingrosso di apparecchiature ICT;
  • 6: commercio all’ingrosso di altri macchinari, attrezzature e forniture;
  • 7: commercio all’ingrosso specializzato di altri prodotti.
  1. settore delle costruzioni, codice ISTAT primario – ATECO 2007, lett. f;
  2. settore del turismo limitatamente ai gruppi con codice ISTAT primario – ATECO 2007:
  • I55: alloggio.

REQUISITI OGGETTIVI

Accesso Ordinario

Possono essere ammessi all’Iniziativa Credito Adesso in modalità di Accesso Ordinario, uno o più Ordini di fornitura o Contratti di fornitura di beni e/o servizi aventi un importo complessivo minimo pari a € 22.500,00 al netto di IVA.

Ai  fini  del  rispetto  del  predetto  importo  complessivo  minimo,  nel  caso  di  Ordini  di  fornitura  e Contratti di fornitura in valuta diversa dall’Euro, farà fede il tasso di cambio, in vigore alla data di presentazione della domanda di partecipazione.

Non è previsto che l’Ordine di fornitura o il Contratto di fornitura abbiano un importo massimo, fermo restando che l’eventuale Finanziamento verrà concesso nel limite massimo definito.

I singoli Ordini di fornitura o i singoli Contratti di fornitura devono essere antecedenti massimo 3 mesi alla  data di presentazione della domanda di partecipazione e non devono essere già stati positivamente deliberati e non rinunciati nell’ambito dell’Iniziativa Credito Adesso. I singoli Ordini di fornitura o i singoli Contratti di fornitura devono essere inevasi e devono essere regolari.

Con riferimento alle Imprese che possiedono codice Ateco N79 (attività dei servizi delle agenzie di  viaggio,  dei tour  operator  e  servizi  di  prenotazione  e  attività  connesse)  e che  non  utilizzino la Modalità di Accesso Semplificato, potranno essere presentati sia singoli Ordini di fornitura/Contratti di fornitura provenienti da committenti/clienti, sia una dichiarazione  contenente l’ammontare delle prenotazioni o dei portafogli di prenotazioni in essere alla data di presentazione della domanda prodotta sotto forma di dichiarazione sostitutiva.

Accesso Semplificato

Possono essere ammesse all’Iniziativa Credito Adesso in accesso semplificato le Imprese la cui media dei Ricavi Tipici risultante dagli ultimi due Esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della  domanda di partecipazione, sia pari ad almeno € 120.000,00.

INTERVENTO FINANZIARIO

L’Intervento finanziario è costituito da un Finanziamento e da un Contributo in conto interessi.

Alle Imprese ammesse viene concesso, da parte di Finlombarda e della Banca convenzionata, nel rispetto delle rispettive percentuali di partecipazione alla costruzione del Plafond, un Finanziamento, a valere sulla dotazione finanziaria, con rimborso amortizing, rata semestrale a quota capitale costante (alle scadenze fisse del 30 aprile e del 31 ottobre di ogni anno) e senza preammortamento (ad eccezione di quello tecnico necessario a raggiungere la prima scadenza fissa utile).

L’ammontare del finanziamento viene determinato in base all’esito dell’istruttoria, tenendo conto del cumulo di finanziamenti in essere. 

Nel caso di Accesso Ordinario, l’importo di ogni singolo Finanziamento sarà in ogni caso ricompreso entro i seguenti limiti:

  • per le PMI: tra € 18.000,00 ed € 750.000,00;
  • per le MID CAP (intese come  imprese  che  non  rientrano  tra  le  PMI  e  presentano  un organico   inferiore   a   000   dipendenti): tra € 18.000,00 e € 1.500.000,00.

Nel caso di Accesso Semplificato, l’importo di ogni singolo Finanziamento, fermo restando l’importo minimo di € 18.000,00, non potrà superare € 200.000,00.

Nel caso di Accesso Ordinario, ogni singolo Finanziamento non potrà superare l’80% dell’ammontare  degli  Ordini  di  fornitura  o  dei  Contratti  di  fornitura  ammessi  all’Intervento finanziario.

Nel caso di Accesso Semplificato, ogni singolo Finanziamento non potrà superare il 15% della media dei Ricavi Tipici risultanti dagli ultimi due Esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della domanda di partecipazione. Tale limite verrà calcolato tenendo altresì conto del cumulo dei Finanziamenti in essere, richiesti tramite Accesso Semplificato.

La durata di ogni singolo Finanziamento verrà determinata in base all’esito dell’istruttoria, fermo restando che ciascun Finanziamento avrà la durata o di 24 mesi o di 36 mesi, oltre il preammortamento tecnico finalizzato all’allineamento delle scadenze.

Il Finanziamento produrrà interessi al tasso Euribor a 6 mesi oltre a un margine che varierà in funzione della classe di rischio assegnata all’Impresa sulla base di quanto di seguito stabilito:

Classe di rischio

Range Margine applicabile

1

0 – 200 bps p.a.

2

0 – 250 bps p.a.

3

0 – 325 bps p.a.

4

0 – 525 bps p.a.

5

0 – 600 bps p.a.

Ciascun periodo di interessi relativo all’erogazione di un Finanziamento sarà calcolato come segue:

  1. il primo periodo di interessi decorrerà dalla data di erogazione del Finanziamento (inclusa), fino alla data del 30 aprile e del 31 ottobre (esclusa) più vicina alla data di erogazione;
  2. il secondo e i successivi periodi di interessi avranno durata semestrale scadente rispettivamente al 30 aprile e al 31 ottobre di ogni anno;
  3. l’ultimo periodo di interessi scadrà in ogni caso alla data finale di rimborso del relativo Finanziamento.

Ai fini della concessione del Finanziamento non è richiesta alcuna garanzia di natura reale, ivi inclusi, senza  limitazioni,  ogni  garanzia  reale,  ipoteca,  usufrutto,  onere  reale,  pegno,  cessione,  vincolo, diritto di superficie, servitù su beni di cui il Soggetto beneficiario del Finanziamento sia proprietario o titolare di altro diritto.

A garanzia di qualsiasi obbligazione pecuniaria derivante o comunque connessa al Contratto di finanziamento nei confronti della Banca convenzionata, anche nell’interesse di Finlombarda, potranno essere richieste in relazione a ciascun Finanziamento e per l’intero importo (quota Finlombarda e quota Banca convenzionata):

  1. garanzie personali (ivi incluse quelle rilasciate dai Confidi ex articolo 106 del TUB vigente);
  2. garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia.

In tale ultimo caso, qualsivoglia onere a titolo di commissione che dovesse essere applicato in relazione alla concessione di tale garanzia diretta, se e nella misura in cui sia applicabile alla relativa operazione di Finanziamento, è a carico esclusivo dell’Impresa, che, pertanto, sarà tenuta a rimborsare alla Banca convenzionata tutti gli oneri sostenuti a titolo di commissione a favore del Fondo Centrale di Garanzia. 

A parziale copertura degli oneri connessi al Finanziamento, Finlombarda concede un contributo in conto interessi, a valere sul Fondo in conto interessi, nella misura pari a 200 basis points in termini di minore onerosità del Finanziamento.

Alle Imprese con codice di attività Ateco N79, alle PMI interessate dalla chiusura della Strada Statale 36, alle PMI interessate dalla chiusura della Strada Provinciale 27 e alle PMI danneggiate dall’Embargo Russo, Finlombarda concede un contributo in conto interessi, a valere sul Fondo in conto interessi, nella misura pari a 300 basis points in termini di minore onerosità del Finanziamento.

Per le Imprese con Codice N79 che hanno Diversificato l’Attività, tale valore potrà essere incrementato a 400 basis points.

Il Contributo in conto interessi è determinato, in termini di ESL, sull’importo del Finanziamento concesso,  come differenziale degli interessi calcolati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti di capitale e di durata pari a quella contrattuale, calcolato sia al tasso di interesse contrattuale che al tasso  contrattuale al netto secondo quanto disciplinato e comunque sino all’abbattimento totale del tasso. Nella determinazione del Contributo in conto interessi non si terrà conto dell’eventuale preammortamento tecnico.

La somma dei differenziali degli interessi relativi alle singole scadenze di ammortamento verrà attualizzata  al  tasso  di  riferimento  indicato  nella  Comunicazione  della  Commissione  relativa  alla revisione  del  metodo  di  fissazione  dei  tassi  di  riferimento  e  di  attualizzazione  (Gazzetta  ufficiale dell’Unione europea n. C 14 del 19.01.2008).

Il Contributo in conto interessi sarà concesso ai sensi e nei limiti del Regolamento de minimis.

PRESENTAZIONE DOMANDA

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente on line per mezzo del sito regionale a partire dalle ore 10.30 del giorno 15 giugno 2016.

Per presentare domanda di partecipazione, i Soggetti richiedenti devono:

  1. registrarsi (fase di registrazione) ai fini del rilascio delle credenziali di accesso;
  2. successivamente, provvedere  all’inserimento  delle  proprie  informazioni  (fase  di 17 profilazione);
  3. attendere la  validazione  da  parte  del  sistema  di  avvenuta  corretta  registrazione, prima di procedere alla presentazione della domanda. I tempi di validazione potranno richiedere, a seconda della modalità di registrazione e profilazione utilizzata, fino a 16 ore lavorative;
  4. compilare la domanda di partecipazione on line in tutte le sezioni previste dal Sistema Informativo.

L’istruttoria delle domande presentate è effettuata da Finlombarda e dalle Banche convenzionate con le seguenti modalità:

  1. Istruttoria formale
  2. Istruttoria di merito creditizio
  3. Delibere