Finanziamenti per agevolare operazioni finanziarie finalizzate allo smobilizzo di crediti commerciali (maturati o maturandi) MPMI vantati nei confronti di altre imprese o altre tipologie di soggetto debitore.

Liquidità alle MPMIA chi è rivolto il bando?

I beneficiari dei contributi sono le imprese che alla data della domanda di partecipazione:
• siano una MPMI ai sensi della normativa vigente;
• abbiano sede legale e/o almeno una sede operativa in Lombardia;
• siano iscritte al registro delle Imprese e risultino attive;
• siano appartenenti ad uno qualsiasi dei settori di attività ATECO 2007 (l’appartenenza al settore Istat – ATECO 2007 è attestata dal codice di attività primaria come risultante dal certificato di iscrizione camerale) ammissibili al de minimis.

Quali progetti sono agevolabili?

L’agevolazione consiste in una garanzia, concessa a titolo de minimis, a copertura del mancato rimborso degli importi affidati nel periodo di efficacia, avente le seguenti caratteristiche:
• è rilasciata a titolo gratuito;
• copre le prime perdite (10%) del portafoglio di operazioni finanziarie nel limite dell’80% della singola operazione ed opera a prima richiesta;
• copre la parte capitale, con esclusione degli interessi;
• ha efficacia per una durata massima pari a 18 mesi meno un giorno, secondo i termini e le modalità che saranno definite nell’avviso alle imprese.

Operazioni finanziarie garantite (spesa ammissibile)

• Linee di credito/affidamenti censiti quali “rischi auto liquidanti” ai sensi di quanto previsto dalla relativa normativa Banca d’Italia, ed in particolare:
◦ anticipo per operazioni di factoring (solo pro-solvendo);
◦ anticipo salvo buon fine;
◦ anticipo su fatture;
◦ altri anticipi su effetti e documenti rappresentativi di crediti commerciali;
◦ sconto di portafoglio commerciale e finanziario indiretto;
◦ finanziamento a fronte di cessione di credito effettuate ai sensi dell’art. 1260 c.c.
◦ anticipi su crediti futuri connessi con operazioni di factoring.

• Le linee di credito/affidamenti:
• devono avere un importo minimo pari a 10.000 euro e un importo massimo pari a 1.500.000 euro;
• potranno essere “a scadenza” e/o “a revoca”.

A supporto dell’operazione l’Intermediario finanziario potrà richiedere ulteriori garanzie all’impresa, ivi incluse quelle rilasciate dai Confidi.

Il tasso massimo applicabile alle singole operazioni sarà definito da Finlombarda in sede di convenzionamento con gli intermediari bancari/finanziari.

Scadenza del bando

le domande potranno essere presentate a partire dal 29 gennaio 2015 e sino al 15 ottobre 2015.

Contattateci o compilate il form per avere ulteriori informazioni e per valutare l’ammissibilità del vostro progetto di investimento al presente bando.

Richiedi un Finanziamento!