19010305_19000186_selfiemployment-

 

FINALITA’

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Attuative per l’Occupazione ha istituito il Fondo Rotativo Nazionale per l’incentivazione dell’autoimpiego destinato alle categorie di soggetti svantaggiati nel mercato del lavoro.
Finanzia una misura agevolativa che prevede finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma, in favore di iniziative di autoimpiego ed autoimprenditorialità.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere alla misura in NEET che alla data di presentazione della domanda devono:
a) Aver compiuto il 18esimo anno di età;
b) Non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari) o di formazione;
c) Non essere inseriti in tirocini curriculari e/o extracurriculari;
d) Essere disoccupati;
e) Avere residenza sul territorio nazionale;
f) Aver aderito al Programma GARANZIA GIOVANI e concluso il percorso di accompagnamento.

Le domande possono essere presentate dai soggetti in forma di:
• Imprese individuali, società di persone, società cooperative con un numero di soci non superiori a 9, associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda purché inattive;
• Imprese individuali, società di persone, società cooperative con un numero di soci non superiori a 9 non ancora costituite, a condizione che si costituiscano entro 60 giorni dall’eventuale provvedimento di ammissione.

Le forme societarie/associative devono essere costituite da persone fisiche.

Non sono ammesse le iniziative che prevedono il rilevamento di azienda già esistente né il rilevamento di ramo d’azienda.

REQUISITI AMMISSIBILITA’

Il proponente, alla data di presentazione della domanda, deve:

PER LE INIZIATIVE PRESENTATE IN FORMA DI IMPRESA INDIVIDUALE

a) Localizzare la sede della futura attività nel territorio nazionale
b) Avere i requisiti indicati
c) Non essere stato rinviato a giudizio e di non aver riportato condanne anche non passate in giudicato per i reati presupposto di cui al D.Lgs. 231/01;
d) Dichiarare di non aver fruito di altre agevolazioni pubbliche della stessa natura o per le stesse finalità, fatta eccezione per le agevolazioni di carattere fiscale;
e) Non essere sottoposto a procedure esecutive o concorsuali
f) Non deve aver avuto protesti per assegni bancari/postali e/o effetti cambiari negli ultimi 3 anni, salvo che abbia proceduto:
i. Al pagamento del titolo protestato oltre i 12 mesi dalla levata del protesto ed abbia presentato domanda di riabilitazione al Tribunale;
ii. Al pagamento del titolo protestato entro i 12 mesi dalla levata del protesto – o per accertata illegittimità o erroneità della levata – qualora sia stata avviata la procedura di cancellazione dal Registro Informatico dei Protesti istituito presso il Registro delle Imprese.

PER LE INIZIATIVE PRESENTATE IN FORMA SOCIETARIA/ASSOCIATIVA

a) Essere iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA competente per territorio e non attive (solo per le società costituite) ovvero essere iscritte negli appositi registri o albi istituiti presso i competenti Organi di Vigilanza;
b) Localizzare la sede operativa nel territorio nazionale;
c) Dichiarare di non fruire contestualmente di altre agevolazioni pubbliche della stessa natura o per le stesse finalità fatta eccezione per le agevolazioni di carattere fiscale;
d) Non essere sottoposte a procedure esecutive;
e) Per le SOCIETA’ DI PERSONE il rappresentante legale deve detenere la maggioranza assoluta delle quote societarie (51%) e possedere i requisiti;
f) Per le SOCIETA’ COOPERATIVE i soci rappresentanti la maggioranza assoluta numerica e di quote di partecipazione della cooperativa, nonché il Presidente della stessa, devono possedere i requisiti;
g) Per le ASSOCIAZIONI PROFESSIONALI e per le SOCIETA’ TRA PROFESSIONISTI tutti i componenti devono possedere i requisiti.

Con singole dichiarazioni i soci e gli associati sono tenuti a dichiarare di:
– Non essere stati rinviati a giudizio e non aver riportato condanne anche non passate in giudicato per i reati presupposto di cui al D.Lgs. 231/01;
– Non deve aver avuto protesti per assegni bancari/postali e/o effetti cambiari negli ultimi 3 anni, salvo che abbia proceduto:
i. Al pagamento del titolo protestato oltre i 12 mesi dalla levata del protesto ed abbia presentato domanda di riabilitazione al Tribunale;
ii. Al pagamento del titolo protestato entro i 12 mesi dalla levata del protesto – o per accertata illegittimità o erroneità della levata – qualora sia stata avviata la procedura di cancellazione dal Registro Informatico dei Protesti istituito presso il Registro delle Imprese.

ATTIVITA’ FINANZIABILI

Sono ammissibili le iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, quali ad esempio:
• Turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali ricreativi;
• Servizi alla persona
• Servizi per l’ambiente
• Servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
• Risparmio energetico ed energie rinnovabili
• Servizi alle imprese
• Manifatturiere e artigiane
• Imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (ad eccezione dei casi di cui all’art. 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013);
• Commercio al dettaglio e all’ingrosso.

Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria in agricoltura, nonché, in generale, le attività che si riferiscono a settori esclusi dall’art. 1 del Reg. UE 1407/2013.

Sono altresì escluse le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco (Ateco 2007, sezione R, divisione 92).

AGEVOLAZIONI

L’Avviso è volto a sostenere l’avvio di nuove piccole iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo promosse da NEET, con programmi di spesa inclusi tra € 5.000,00 e € 50.000,00 attraverso la concessione di finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma.

Le agevolazioni sono concesse in forma di un finanziamento agevolato senza interessi e non assistito da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma e si articolano in:
• MICROCREDITO – per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa comprese tra € 5.000,00 e € 25.000,00 al netto dell’IVA, le agevolazioni consistono in un finanziamento pari al 100% del programma di spesa;
• MICROCREDITO ESTESO – per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa comprese tra € 25.001,00 e € 35.000,00 al netto dell’IVA, le agevolazioni consistono in un finanziamento pari al 100% del programma di spesa;
• PICCOLI PRESTITI – per tutte le iniziative che prevedono spese ammissibili per la costituzione e l’avvio della nuova iniziativa comprese tra € 35.001,00 e € 50.000,00 al netto dell’IVA, le agevolazioni consistono in un finanziamento pari al 100% del programma di spesa.

Il finanziamento agevolato, senza interessi e non assistito da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma, per la tipologia di destinatari finali è configurabile quale aiuto “de minimis”. A tal fine si considera l’intero importo erogato ai fini della determinazione dell’Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL).

I finanziamenti devono essere restituiti in 7 anni.

SPESE AMMISSIBILI

Il sostegno potrà assumere la forma di investimenti materiali e immateriali nonché di capitale circolante nei limiti delle norme dell’UE applicabili in materia di aiuti di Stato, conformemente all’ammissibilità delle spese ed alle finalità previste dalla normativa Europea.
Le spese di investimento, regolarmente documentate, possono riferirsi alle seguenti voci:
a) Attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;
b) Beni immateriali ad utilità pluriennale, ad eccezione di brevetti, licenze, marchi, ivi comprese le fee di ingresso per le iniziative in franchising;
c) Ristrutturazione di immobili entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti ammessi.

Saranno considerate ammissibili le spese per l’avvio dell’attività, strettamente funzionali all’esercizio dell’iniziativa ammessa, concernenti le seguenti voci:
– Materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo;
– Utenze e canoni di locazione per immobili;
– Prestazioni di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata;
– Salari e stipendi.

L’acquisto di autovetture/automezzi è ammissibile limitatamente ai mezzi strettamente funzionali all’attività d’impresa.

Le spese saranno ammesse alle agevolazioni se risultano effettuate nel periodo intercorrente tra la data di presentazione della domanda e il termine ultimo per il completamento del programma di spesa approvato.

I pagamenti delle spese ammesse alle agevolazioni dovranno essere effettuati solo con bonifico bancario, RID, RIBA e assimilabili utilizzando il conto corrente dedicato, intestato ai soggetti di cui alle iniziative ammissibili. E’ escluso l’uso dei contanti, tranne che per il pagamento delle utenze secondo i limiti stabiliti dalle normative vigenti per i pagamenti in contanti.

PRESENTAZIONE DOMANDA

Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a sportello.

Le domande di agevolazione, complete di tutti gli allegati, possono essere presentate a partire dal giorno 01/03/2016 ore 12.00.

Le domande di finanziamento, redatte in lingua italiana, devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione sul sito di Invitalia. Le domande devono essere firmate digitalmente.

Tutoring

Nei limiti delle risorse finanziarie, i destinatari finali possono accedere ad un beneficio reale fino ad un valore massimo di € 5.000,00. Il destinatario finale, a partire dall’accettazione del provvedimento di ammissione e per tutta la durata del processo attuativo, viene accompagnato da un tutor che fornisce:
– supporto per l’accrescimento delle competenze dei soggetti NEET funzionali alla gestione e allo sviluppo del proprio business
– assistenza in materia amministrativo/contabile
– supporto alla predisposizione della documentazione necessaria per le richieste di erogazione dei fondi.