Sostegno alla valorizzazione economica dell’innovazione attraverso la sperimentazione e  l’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative, nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati della ricerca

innovazioneFINALITA’

Con la Linea Innovazione, Regione Lombardia e Finlombarda intendono finanziare la crescita degli investimenti delle imprese lombarde.

Le finalità dell’Iniziativa sono perseguite mediante un Intervento Finanziario costituito da un Finanziamento a medio-lungo termine, a valere su risorse di Finlombarda e degli Intermediari Convenzionati, accompagnato da un Contributo in conto interessi a valere su risorse del POR FESR 2014-2020.

La Linea innovazione prevede 2 differenti sottomisure:

  1. Sottomisura Prodotto;
  2. Sottomisura Processo.

 DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie iniziali di cui all’Iniziativa ammontano:

  • per i Finanziamenti, a € 100.000.000,00 derivanti dalle risorse apportate dai Soggetti Finanziatori e, nello specifico, per € 50.000.000,00 da Finlombarda a valere su provvista della Banca Europea per gli Investimenti (“BEI”) e per € 50.000.000,00 dagli Intermediari Convenzionati;
  • per i Contributi in conto interessi, a € 10.000.000,00 a valere sull’Asse I del POR FESR 2014-2020.

INTERVENTO FINANZIARIO

L’Intervento Finanziario previsto dalla presente Iniziativa è costituito da un Finanziamento a medio lungo termine concesso dai Soggetti Finanziatori e da un Contributo in conto interessi concesso da Regione Lombardia.

La concessione del Finanziamento è condizione necessaria ai fini della concessione del Contributo in conto interessi.

Finanziamento

Il Finanziamento non costituisce aiuto e può concorrere fino al 100% dell’ammontare del Progetto.

L’ammontare del Finanziamento sarà in ogni caso determinato in base all’esito dell’istruttoria e sarà compreso tra un importo minimo pari a € 300.000,00 e un importo massimo pari a € 7.000.000,00.

In caso di Partenariato, la soglia minima di € 300.000,00 è da intendersi riferita a ciascun soggetto che lo compone.

La durata del Finanziamento è compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 7 anni, incluso l’eventuale periodo di pre-ammortamento.

Il periodo di pre-ammortamento potrà avere una durata massima di 24 mesi, oltre la frazione di periodo di pre-ammortamento tecnico necessaria per raggiungere la prima scadenza utile (15 marzo, 15 settembre) successiva alla data di erogazione.

Conto Interessi

Ai soggetti beneficiari del Finanziamento, a seguito dell’esito positivo delle verifiche dell’Istruttoria tecnica, viene concesso da Regione Lombardia un Contributo in conto interessi nella misura massima di 250,00 punti base compatibilmente con il regime di aiuto applicato e, comunque, in misura tale da non superare il tasso definito per il Finanziamento sottostante.

Il Contributo in conto interessi è determinato, in termini di ESL, sull’importo del Finanziamento concesso, come differenziale degli interessi calcolati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti di capitale, di durata pari a quella contrattuale, calcolato sia al tasso di interesse contrattuale sia al tasso di interesse contrattuale al netto dei punti base previsti per l’abbattimento del tasso.

Garanzie

A supporto dei Finanziamenti potranno essere richieste idonee garanzie, di natura reale o personale, da parte degli Intermediari Convenzionati anche nell’interesse di Finlombarda e per l’intero importo (quota Finlombarda e quota Intermediario Convenzionato).

SOGGETTI AMMISSIBILI

I Soggetti Richiedenti devono, pena l’inammissibilità della domanda:

  1. avere, alla data di presentazione della domanda, sede operativa in Lombardia (come risultante da visura camerale) o obbligarsi a istituire una sede operativa in Lombardia entro e non oltre la prima erogazione del Finanziamento;
  2. essere già costituiti e iscritti al Registro delle Imprese da almeno 24 mesi alla data di presentazione della domanda di partecipazione all’Iniziativa. Le imprese non residenti nel territorio italiano devono essere costituite secondo le norme del diritto civile e commerciale vigenti nello Stato di residenza dell’Unione Europea e iscritte nel relativo Registro delle Imprese.

Sono escluse dall’Iniziativa, le domande di partecipazione presentate da Soggetti Richiedenti:

  1. che si trovino in difficoltà;
  2. che non siano in regola con le vigenti norme edilizie e urbanistiche, del lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
  3. che non posseggano, ai fini della concessione ed erogazione del Contributo in conto interessi, una situazione di regolarità contributiva (DURC);
  4. che svolgano alcune categorie di attività, previste dal bando.

Ogni Soggetto Richiedente può presentare una sola domanda a valere sull’Avviso, fatti salvi i casi in cui:

  • vi sia stata rinuncia formale ad una precedente domanda di partecipazione o all’Intervento Finanziario;
  • una precedente domanda di partecipazione non sia stata ammessa al Finanziamento.

Può essere presentata una sola domanda a valere sull’Avviso nell’ambito di uno stesso Gruppo Societario, fatti salvi i casi in cui:

  • vi sia stata rinuncia formale ad una precedente domanda di partecipazione o all’Intervento Finanziario;
  • una precedente domanda di partecipazione non sia stata ammessa al Finanziamento.

Pertanto, in fase di presentazione della domanda, il Soggetto Richiedente dovrà indicare la ragione sociale e la partita iva dell’impresa a monte del proprio Gruppo Societario, che esercita, direttamente o indirettamente, un controllo sul Soggetto Richiedente medesimo.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili all’Iniziativa i soli Progetti:

  1. realizzati nel territorio della Regione Lombardia,
  2. che comportino spese totali ammissibili per un importo non inferiore a Euro 300.000,00 fatti salvi, in caso di Partenariato, i limiti sull’importo minimo dei Finanziamenti stabiliti dal bando.

Per entrambe le Sottomisure, i Progetti dovranno essere realizzati nell’ambito di una delle Aree di specializzazione individuate dalla “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione (S3)”:

  1. aerospazio;
  2. agroalimentare;
  3. eco-industria;
  4. industrie creative e culturali;
  5. industria della salute;
  6. manifatturiero avanzato;
  7. mobilità sostenibile,

declinate in macrotematiche.

I Progetti potranno, altresì, afferire a più aree di specializzazione nell’ambito di progettualità trasversali, cosiddette di “Smart Cities and Communities”, limitatamente alle tematiche trasversali dettagliate e declinate nella D.G.R. n. X/3336 del 27 marzo 2015 e s.m.i.

Saranno ammessi al Contributo in conto interessi unicamente i Progetti per i quali i Soggetti Finanziatori abbiano deliberato positivamente il Finanziamento.

I Progetti devono essere realizzati nel termine massimo di 18 mesi a partire dalla data del decreto di concessione del Contributo in conto interessi. È fatta salva la possibilità di proroga fino a 3 mesi aggiuntivi e, comunque, entro il termine massimo del 30 giugno 2022.

SPESE AMMISSIBILI

Nell’ambito dei Progetti ammissibili, per entrambe le sottomisure previste, possono essere ammesse le seguenti tipologie di spesa, al netto di IVA, sostenute successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione, purché funzionali alla realizzazione del Progetto:

  1. costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il Progetto (inclusi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature o la modificazione degli stessi);
  2. costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato (inclusi a titolo esemplificativo e non esaustivo l’acquisto di software, di diritti di brevetto, di licenze, di consulenze tecniche esterne, di know-how e conoscenze tecniche non brevettate);
  3. costi relativi alla realizzazione, ristrutturazione, adeguamento funzionale degli immobili nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il Progetto (inclusi, a titolo esemplificativo e non esaustivo le opere murarie, l’impiantistica generale e i costi assimilati);
  4. spese di personale;
  5. altre spese di natura accessoria direttamente collegate alla realizzazione del Progetto calcolate forfettariamente nella misura massima del 15% delle spese di personale (conformemente all’art. 68 comma 1 lett. b) del Regolamento (UE) n. 1303/2013); sono incluse le spese relative alle “utenze” (luce, acqua, telefono, gas, collegamento a internet, ecc.) e il costo per il rilascio di eventuali garanzie.

Le spese di cui ai numeri 1) e 2) dovranno costituire almeno il 70% dell’importo dell’investimento complessivo ammissibile del Progetto.

Con riferimento alle spese di cui ai numeri 1) e 3), ciascun Soggetto Richiedente, dovrà indicare in sede di presentazione della domanda di partecipazione, se la strumentazione, le attrezzature o gli immobili verranno utilizzati in maniera esclusiva per il Progetto oppure solo per una in quota parte.

Con riferimento alle spese di personale n. 4), la rendicontazione avverrà tramite costi orari unitari standard (per tipologia di beneficiario che per i soggetti imprese corrispondono a 30,58 euro).

Sono considerate ammissibili le spese per l’acquisto di materiale usato secondo le modalità e le condizioni previste.

Le spese sono ammissibili se sostenute entro il termine finale per la contabilizzazione dei pagamenti ai fini dell’intervento comunitario.

SOTTOMISURA PRODOTTO

Possono presentare domanda di partecipazione alla Sottomisura Prodotto:

  1. le PMI;
  2. le Mid Cap*.

I Soggetti Richiedenti la Sottomisura Prodotto non possono presentare domanda in Partenariato.

Per la Sottomisura Prodotto, sono ammissibili, ai fini della concessione del Contributo in conto interessi, i Progetti consistenti nell’industrializzazione di un progetto di ricerca e sviluppo finalizzato

  • al miglioramento di un prodotto esistente (es. caratteristiche tecniche, componenti, materiali, software incorporati, facilità d’uso o altre caratteristiche funzionali)
  • alla realizzazione di un nuovo prodotto.

In sede di presentazione della domanda di partecipazione, dovrà essere allegata una relazione redatta che illustri il Progetto, i risultati della ricerca da cui prende avvio e le relative spese che si intendono sostenere.

Il Contributo in conto interessi sarà concesso ed erogato da Regione Lombardia nel rispetto del Regolamento “de minimis”. L’intensità di aiuto massima, determinata in ESL, sarà calcolata nel rispetto dei limiti previsti dal suddetto Regolamento.

È ammessa la presenza di altre forme di agevolazione statali, regionali, provinciali e di altra natura purché tale cumulo non superi l’ammontare massimo delle spese ammissibili e fatto salvo il rispetto dei limiti stabiliti dal Regolamento “de minimis”. È ammesso anche il cumulo con altre forme di contribuzione comunitaria, a condizione che siano dirette a voci di spesa diverse da quelle oggetto di agevolazione.

SOTTOMISURA PROCESSO

Possono presentare domanda di partecipazione alla Sottomisura Processo:

  1. le PMI, in forma singola o in Partenariato;
  2. le Mid Cap*, in forma singola o in Partenariato.

Il Partenariato è ammesso nel solo caso in cui l’impresa opti per il Regime di aiuto del Regolamento di esenzione ex articolo 29 (Aiuti per l’innovazione dei processi e dell’organizzazione) e nei casi e modalità previste dal bando in caso di Partenariato.

Il Partenariato deve essere composto necessariamente da una sola Mid Cap e almeno una PMI.

Le PMI coinvolte nel Partenariato devono sostenere complessivamente almeno il 30% del totale delle spese ammissibili pena l’inammissibilità della domanda di partecipazione.

Il Partenariato deve essere formalizzato esclusivamente mediante specifico Accordo di Collaborazione, che disciplina i ruoli, le responsabilità e gli apporti al Progetto. In particolare, l’Accordo di Collaborazione deve necessariamente prevedere:

  1. l’indicazione di un’impresa quale Coordinatore;
  2. l’indicazione del ruolo e delle responsabilità di ciascun soggetto costituente il Partenariato nella realizzazione del Progetto.

Il Coordinatore è responsabile del coordinamento di tutte le attività amministrative ai fini della partecipazione al presente Avviso.

Ciascun Soggetto Beneficiario coinvolto nel Partenariato, ivi compreso il Coordinatore, è responsabile delle attività di Progetto di propria competenza nella misura che sarà indicata nella domanda di partecipazione e nella relativa modulistica.

Non è ammessa, pena la risoluzione del Contratto di Finanziamento e la decadenza dal Contributo in conto interessi concesso, la sostituzione di uno o più soggetti costituenti il Partenariato durante il periodo di realizzazione del Progetto.

Per la Sottomisura Processo sono ammissibili, ai fini della concessione del Contributo in conto interessi, i Progetti finalizzati all’innovazione di processo attraverso l’introduzione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o sensibilmente migliorato ottenuto attraverso cambiamenti delle tecniche, delle attrezzature e/o software.

L’innovazione può interessare il processo già in essere nell’impresa o l’introduzione di un nuovo processo. Tali migliorie dovranno essere illustrate e dimostrate nella relazione, allegata alla domanda di partecipazione.

Il Soggetto Richiedente in sede di presentazione della domanda di partecipazione indicherà il regime di aiuto selezionato.

Pertanto il Contributo in conto interessi sarà concesso ed erogato da Regione Lombardia in alternativa:

  • nel rispetto del Regolamento “de minimis”. Potranno richiedere l’applicazione del Regolamento “de minimis”:
  1. le PMI;
  2. le Mid Cap.

      Ai sensi del presente Avviso, in caso di selezione del Regolamento “de minimis”, non è prevista la possibilità che le imprese presentino domanda in Partenariato.

  • nel rispetto dell’art. 29 del Regolamento di esenzione (Aiuti per l’innovazione dei processi e dell’organizzazione). Potranno richiedere l’applicazione del Regolamento di esenzione:
  1. le PMI, anche in Partenariato;
  2. le Mid Cap solamente se in Partenariato.

L’intensità di aiuto massima, determinata in ESL, sarà pari al 15% delle spese ammissibili per le Mid Cap e al 50% delle spese ammissibili per le PMI.

È ammessa la presenza di altre forme di agevolazione statali, regionali, provinciali e di altra natura purché tale cumulo non superi l’ammontare massimo delle spese ammissibili e fatto salvo il rispetto dei limiti stabiliti, a seconda del caso, dal Regolamento “de minimis” o dal Regolamento di esenzione. È ammesso anche il cumulo con altre forme di contribuzione comunitaria, a condizione che siano dirette a voci di spesa diverse da quelle oggetto di agevolazione.

PRESENTAZIONE DOMANDA

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente per mezzo del portale regionale a partire dalle ore 10.00 del giorno 09 gennaio 2017.

L’Iniziativa, attuata tramite procedimento valutativo a sportello, rimarrà aperta fino a esaurimento della dotazione finanziaria e comunque non oltre le ore 12:00 del 31 dicembre 2019.

* Mid Cap: imprese non rientranti nella definizione PMI e con un organico inferiore a 3.000 dipendenti